Sin dalle origini le Benedettine di Priscilla hanno accolto e accompagnato i pellegrini che desideravano ritornare alle radici della loro fede. Seguendo la regola di San Benedetto, esse vedono Cristo in ogni persona che bussa alla loro porta.

Ancora oggi accolgono e fanno in modo che si possano accogliere i pellegrini che vengono in visita alle Catacombe di Priscilla, da cui prendono il loro nome. Insieme alle guide laiche, formate da loro, cercano di trasmettere ai visitatori non solo qualcosa del tesoro artistico, storico e culturale che la catacomba racchiude ma anche di mettere loro in contatto con la testimonianza forte e viva di questi primi cristiani, molti dei quali erano santi e martiri, di cui la Catacomba conserva il ricordo e la presenza.

Fino all’anno scorso le Benedettine di Priscilla accoglievano anche nel monastero di Montefiolo, gruppi o persone (preti, religiosi o laici) che cercavano uno spazio di silenzio e di meditazione per un tempo di ritiro.

Facebook
Instagram